Recensione degli anime delle stagioni Autunno 2015 e Inverno 2016

Anthony A. Fascinant Japon

Inizialmente volevo fare il punto sulle ultime uscite, mentre la stagione invernale 2016 era all’inizio, ma c’è voluto molto più tempo del previsto e la stagione invernale 2016 è finita. Quindi, scrivo della stagione autunnale 2015 e della stagione invernale 2016. A mio modesto giudizio l’Autunno 2015 è stato piuttosto mediocre e poco originale. L’Inverno 2016, senza essere eccezionale, è stato meglio.

one-punch-manOne Punch Man
Senza dubbio il migliore dell’autunno 2015. La storia è ambientata in quello che potrebbe essere il mondo di oggi, ma con geografia senza rapporto col nostro mondo (le città non hanno nome ma lettere, Città A, Città B… Città Z). In questo mondo, i mostri cominciano ad apparire e la loro frequenza aumenta sempre di più. Si segue Saitama, essenzialmente un perdente. Un giorno, tornando da un colloquio di lavoro che ha fallito, incontra un mostro. A calci e urlando salva un ragazzo combattendolo. Pestato per bene, finisce comunque per vincere ricordandosi che da bambino voleva diventare un supereroe. Decide di allenarsi e dopo 3 anni diventa l’uomo più forte sulla Terra, forse dell’universo, così forte che può battere chiunque con un pugno (da cui il titolo), salvo che di colpo la sua vita diventa piuttosto noiosa. Mi è piaciuto, disegni, personaggi, umorismo, animazione,… francamente non era affatto male. Il secondo volume del manga è stato appena pubblicato in Francia.

comet-luciferComet Lucifer
Su un pianeta abitato da esseri umani, un orfano appassionato di geologia inciampa un giorno in una misteriosa pietra rossa che al contatto diventa una ragazza giovane e molto ingenua, ma con poteri che attirano l’avidità di alcuni membri del governo che cercano di catturarla. In un primo momento mi è piaciuto abbastanza bene (grafica, contesto, …), ma più passavano gli episodi meno gradivo i personaggi. Diciamo che dopo un po’ le stronzate non finivano più. Tipo durante il loro primo incontro con la ragazza, i malvagi del governo tentano di catturarla, e poco dopo un hacker blocca tutti i sistemi della città per rapire la ragazza, ma nessuno si chiede chi sia questa ragazza e il motivo per cui così tante persone la inseguano. Nella successiva puntata, lui la lascia sola, con tutto quello che potrebbe accadere, giusto? Ovviamente si farà rapire e ne seguirà un'”operazione” per librarla a tutti i costi, soprattutto quando l’eroe entra per caso nella base mobile del nemico, ma come per nulla attraversa la porta, ed ovviamente appena spunta la testa diverse guardie armate lo circondano e uno dei grandi criminali gli rivolge questa così vera frase: “ma cosa pensavi di fare?” Un po’ di delusione, alla fine.

concrete-revolutio-choujin-gensouConcrete Revolutio: Choujin Gensou
La storia si svolge nel nostro mondo, tranne che maghe, superuomini (Power Ranger & Co), fantasmi,… esistono. Così, si segue un dipartimento governativo giapponese responsabile della “protezione” di mostri e co., in realtà l’ufficio per ridurre al minimo l’attenzione dei media su di essi. Non è male, solo un po’ noioso da seguire perché ogni episodio è rimescolato due volte (per spiegare il fenomeno, il primo episodio inizia nel momento tot, in cui tutti i personaggi si conoscono, prima di passare a diversi mesi prima quando i personaggi s’incontrano, per poi passare dall’uno all’altro), ma comunque non male. Grafica, animazione, personaggi, beh… non è davvero negativo per ora. Si noti che il seguito inizierà presto.

gakusen-toshi-asteriskGakusen Toshi Asterisk
Nel prossimo futuro, dopo una terribile catastrofe naturale, di cui a quanto pare nessuno si preoccupa nell’anime, e in realtà non so se venga menzionata almeno una volta, gli esseri umani scoprono un nuovo elemento, il Mana che ha portato a rapidi progressi tecnologici. Il disastro ha causato anche la comparsa di esseri umani con poteri, i genestellars. Così le accademie vengono costruite per imparare a manipolare questi poteri, così come le armi dalle abilità speciali uniche che possono essere utilizzate solo dalle persone compatibili. Quindi seguiamo uno di questi studenti che entra in una di queste accademie, ovviamente è super forte, ma la sorella maggiore ha sigillato le sue capacità. Può spezzare il sigillo, ma solo per un periodo limitato e poi ne è fisicamente esausto. Vuole partecipare al grande torneo tra le diverse accademie, perché il vincitore può chiedere ciò che vuole, e vuole scoprire cos’è successo alla sorella. Beh non è male, ma è fondamentale uno shonen che non esce dai canono, tra cui l’eroe che con l’harem di donne che gli ruota intorno senza che se ne renda conto.

heavy-objectHeavy Object
Ambientato nel nostro mondo, quando un paese rivoluziona il campo della guerra inventando l'”oggetto”. L’oggetto è un veicolo militare enorme il cui corpo principale è una sfera, e utilizza la più recente tecnologia per rendersi invulnerabile a tutto tranne le armi di un altro oggetto. Il primo oggetto combatte da solo contro quasi tutte le flotte delle nazioni del Pacifico e le loro forze aeree, schiacciandoli senza difficoltà, anche se un attacco nucleare è riuscito a distruggere una parte delle armi. Quindi l’ordine del mondo crolla e le vecchie nazioni scompaiono sostituite da nuovi stati. La guerra è anch’essa completamente cambiata, ora avviene solo tra oggetti ed improvvisamente ci sono assai meno morti, ma molti più “micro”-conflitti tra oggetti. Si segue il “Baby Magnum”, un oggetto di prima generazione, ma soprattutto due soldati (un soldato semplice nobile e uno studente che cerca di diventare progettista di oggetti). All’inizio dell’anime, i due costretti dalla distruzione del Baby Magnum (che sarà riparato in seguito), dovranno combattere contro l’oggetto nemico (per salvare la pilota ed evitare che l’oggetto nemico massacri i compagni in fuga), e contro tutte le probabilità riescono a distruggere l’oggetto, quindi improvvisamente passano il tempo ad essere trasferiti da un fronte all’altro (cosa detestata dai due per il fatto di dover rischiare la vita). Non è male, anche se tirato per i capelli visto che gli eroi dovrebbero morire mille volte comunque. Ma è divertente, i combattimenti tra gli oggetti non sono troppo male e si lascia vedere.

hidan-no-aria-AA-1Hidan no Aria AA
Seguito di Hidan no Aria, ma cambia personaggio principale seguendo una ragazza entrata nell’Accademia dei Butei (sorta di super-poliziotti), grande fan di Aria (discendente di Sherlock Holmes) che vuole diventare sua amica (la sua apprendista). Solo che non ha talento, toccando il grande grande problema dell’anime, lento e il cui personaggio principale è fatuo.

kagewaniKagewani
Una serie di brevi episodi di 8 minuti. Ambientato nel nostro mondo. Un professore universitario indaga sugli attacchi dei mostri (in realtà non posso dire di più, senza fare spoiler). Mi è piaciuto. La storia non è male, lo stile grafico è molto originale e piacevole (anche se perde nell’animazione).

kidou-senshi-gundam-tekketsu-no-orphansKidou Senshi Gundam: Tekketsu no Orphans
Ambientato nel lontano nel futuro, l’umanità ha colonizzato gran parte del sistema solare. 300 anni prima dell’inizio della storia, una guerra disastrosa infuriava coinvolgendo tutta l’umanità, finché apparve l’organizzazione Gallahorn e grazie alla sua tecnologia superiore, impose la pace. 300 anni dopo l’ordine stabilito da Gallahorn è ancora in piedi, ma comincia ad incrinarsi. Su Marte, una giovane donna (di buona famiglia) è la portavoce del movimento per l’indipendenza e, infine, una delle potenze che controllano la Terra decide di invitarla a comparire davanti all’assemblea delle potenze della Terra. Per garantirne la sicurezza durante il viaggio verso la Terra la famiglia della giovane donna arruola la CGS, una compagnia militare privata. E di sicurezza ne avrà bisogno, perché sarà al centro delle lotte tra le diverse entità che vogliono porre fine al dominio di Gallahorn. Come Gundam, non è male. Non è carino (la ragazza lo è, ma la sua visione si scontra col muro della realtà), è vivace, mi piacciono i protagonisti della compagnia militare privata. Si noti che la serie continua questa stagione.

komori-san-wa-kotowarenaiKomori-san wa Kotowarenai!
Serie di episodi molto brevi (3-4 minuti). Segue la vita quotidiana di una liceale che non può mai dire di no quando gli viene chiesto qualcosa (da qui il titolo dell’anime). Bello, ma niente di memorabile.

kowabonKowabon
Serie di episodi molto brevi (3-4 minuti). Tecnicamente non è davvero un anime, girato con attori reali, per contro l’immagine è rielaborata e il risultato è sorprendente. Serie di piccoli sketch da classico horror (qualcuno è in ritardo al lavoro, la luce è spenta e si avvicina qualcosa, …), ma si fa vedere a mio parere.

lance-n-masquesLance N ‘Masque
Ambientato nel mondo di oggi, con la differenza che esistono ancora i cavalieri dell’ultimo ordine cavalleresco, i “Cavalieri del mondo” (grande brainstorming su un nome così). Si segue un giovane studente di college figlio di uno dei più famosi e potenti cavalieri, addestrato fin dalla giovane età per diventare cavaliere, tranne che non è proprio cosa sua la cavalleria. Purtroppo per lui, l’addestramento intensivo ne ha causato la comparsa della “personalità” da cavaliere bianco, che subentra non appena vede un crimine. La storia inizia quando salva una bambina, grande fan del supereroe e che ama “Knight lancer”, il nome che darà allo studente, perché indossa una maschera quando è un cavaliere. Beh, passabile come anime che fa dei ragazzini degli eroi. Troppo lezioso e piagnucoloso, mi auguro che i cattivi vincano.

noragami-aragotoNoragami Aragoto
Seconda stagione di Noragami. Noragami è la storia di Yato, un dio (giapponese) che vive nel nostro tempo. Ma un po’ speciale perché non ha alcun tempio (così non può nemmeno andare nella dimensione in cui “vivono” tutti gli dei), è abbastanza malvisto dagli altri dei (per i pochi che lo sanno), e il suo personaggio non è così terribile, (passa il suo tempo con lo jogging e parla male degli esseri umani che gli chiedono un servizio). All’improvviso non riesce a mantenere che una sola “regalia”, un’anima umana a cui il dio ha dato un nome divenendo una specie di servo. Senza regalia, il dio può fare poco. Ma il sogno di Yato è avere un enorme tempio ed essere venerato dalle masse. Basti dire che parte male. Mi piace, è un buon mix di azione/commedia con qualche momento più serio. Nella seconda stagione si sa di più del passato di Yato. Ci sono abbastanza momenti bassi, ma fluisce comunque. È probabile una terza stagione.

ojousama-gakkou-shominOre ga Ojou-sama Gakkou ni “Shomin Sample” Toshite Gets-Sareta Ken
Ambientato nel nostro mondo, in un’accademia riservata alle ragazze di buona famiglia ci si rende conto che con l’educazione che fornisce è assolutamente impossibile preparare le ragazze alla vita “reale”. Per compensare ciò si decide che uno “shomin”, vale a dire un uomo comune, permetta alle ragazze di acquisire conoscenze inaudite. Un liceale sarà catapultato in questo mondo assai diverso dal suo. Beh, è chiaro che comunque, non importa cosa, mi ha fatto ridere. Dopo di che, chiaramente non è per tutti.

owari-seraph-nagoya-kessen-henOwari no Seraph: Nagoya Kessen-hen
La seconda stagione di Owari no Seraph. Nel prossimo futuro, un disastro causato dall’uomo (una sorta di virus) stermina la stragrande maggioranza della popolazione. Poco dopo, creature mostruose appaiono e accentuano la desolazione. Approfittando di ciò, i vampiri escono allo scoperto e usano gli umani sopravvissuti come bestiame. Si segue un bambino con altri, di una casa famiglia, catturato dai vampiri. Il bambino alla fine fugge, ma la sua “famiglia” muore nel tentativo. Giura di uccidere tutti i vampiri e aderisce all’esercito demoniaco imperiale giapponese (alquanto lungo come titolo) che tenta di ristabilire il dominio umano su ciò che era il Giappone. Il termine “Demoniaco” deriva dal fatto che l’esercito utilizza armi usate dai demoni, rendendoli capaci di combattere contro i vampiri. Un po’ lo stesso problema degli altri “eroi” di cui si ha una sola invidia, farsi traviare dai cattivi.

rakudai-kishi-cavalryRakudai Kishi no Cavalry
Ambientato nei nostri tempi, con la differenza che c’è la magia e quindi dei “Cavalieri magici” in grado di manipolarla e combattere con armi generate dalle loro anime. E per diventare uno di questi cavalieri, si segue un programma di studi nelle accademie specifiche che partecipano a tornei tra di esse. Quindi seguiamo uno di questi studenti, Ikki Kurogane, la cui caratteristica è che non ha assolutamente alcuna abilità magica, niente, nada, zero, anche se la famiglia è nota per una serie di cavalieri molto potenti. Basti dire che nell’infanzia la famiglia non ha mancato di ostracizzarlo e disprezzarlo più o meno apertamente, tranne la sorellina. Nel corso di una riunione di famiglia in cui viene lasciato da solo nell’angolo, decide di scappare. Purtroppo è inverno e il palazzo di famiglia è in montagna. Così non va molto lontano prima di crollare pensando di morire mentre il nonno lo salva dicendogli di tenere duro ed inseguire i sogni. Quindi si addestrerà da solo, dato che è disprezzato, divenendo molto forte (ma solo in termini di combattimento puro). Purtroppo, nelle accademie si notano solo le abilità magiche e così termina il primo anno con zero punti (e il soprannome di “peggiore”) e solo il cambio del direttore lo salva dalla bocciatura. La nuova direttrice gli accorda un patto: non diverrà un cavaliere magico seguendo il normale programma di studi per le accademie che assegnando il titolo solo notando le abilità magiche, ma se riuscisse a vincere il torneo interaccademico allora gli concederà il famoso titolo. Ma prima di partecipare al torneo interaccademico è necessario qualificarsi e Ikki dovrà vincere 12 partite. E questo che l’anime segue. Francamente, non è affatto male, i duelli sono ben animati, i personaggi non sono male e mi rendo conto che l’eroe è alquanto “solo contro il sistema”. Poi c’è anche un lato ecchi (ma non si vede nulla, solo situazioni e suggerimenti) intorno al rapporto tra l’eroe e la ragazza ma, ehi, per una volta non c’è il fenomeno dell’harem!

sakurako-san-ashimoto-shitai-umatteiruSakurako-san no Ashimoto ni wa Shitai ga Umatteiru
Si seguono Sakurako e Shoutarou. Sakurako è un’osteologa con un affetto troppo pronunciato per tutto ciò che riguarda la morte, e un piuttosto forte atteggiamento antisociale. Shoutarou è uno studente delle superiori che incontra Sakurako e se ne innamora. Per trascorrere del tempo con lei, accetta di partecipare alle escursioni (ad esempio camminare nel bosco per trovare animali morti e poter comunicare coi loro scheletri). E a volte i corpi non sono quelli degli animali, senza causare particolari problemi a Sakurako. È un vivace poliziesco dai misteri da risolvere. E’ bello, la grafica è buona, Sakurako è un personaggio interessante diverso dall’eroe bello e gentile. Invece, a volte scopre tutto troppo facilmente, ma…

shinmai-maou-keiyakusha-burstShinmai Maou no Keiyakusha Burst
Seguito di Shinmai Maou no Testament. Ambientato nel nostro tempo, con forze soprannaturali che si battono senza che gli esseri umani lo sappiano. Ci sono 3 campi: dei, eroi (a cui gli dei hanno dato i poteri) e i demoni (banditi dagli dei). Si segue Basara, figlio di un eroe (e quindi con dei poteri) bandito dal villaggio degli eroi. Un giorno, si ritrova con la figlia dell’ex-signore dei demoni sorella adottiva e nel mezzo delle lotte di potere nel mondo dei demoni, eroi e dei (nella seconda stagione). Ah dimenticavo, tutto ciò è solo un pretesto per l’ecchi. Della stessa vena di High School DxD, un ragazzo circondato da ragazze cornute. Quindi, dopo tutto dipende da ciò che si vuole.

subete-F-naru-perfect-insiderSubete ga F ni Naru: The Perfect Insider
La storia si svolge nel nostro mondo. Si segue un giovane insegnante di informatica universitario e una ragazza sorta di guardiana/tutrice/amica da quando i genitori sono morti. L’insegnante è un po’ la parodia degli asociali da computer. Per un campo estivo con gli studenti, riceve il permesso di andare in un’isola dove c’è il laboratorio di uno dei più grandi geni dell’informatica ed anche assassina dei genitori quando era adolescente, dove invece di finire in prigione, viene chiusa in 3 camere di un laboratorio dove vive sola per dieci anni. Solo che quando l’insegnante e la ragazza, che sebbene non sia una sua studentessa decide di frequentare il campo, visitano il laboratorio per la prima volta, la dottoressa geniale viene uccisa. L’anime segue l’indagine per capire cos’è accaduto. Non è male, ma vi sono solo dialoghi e può essere un po’ pesante.

taimadou-gakuen-35-shiken-shoutaiTaimadou Gakuen 35 Shiken Shoutai
Ambientato nel prossimo futuro del nostro tempo, la magia è nota ma odiata a seguito di una terribile guerra con le streghe. Dopo la sconfitta di queste ultime e per continuare a sopravvivere, l’umanità crea l’Inquisizione. Si segue uno studente delle superiori presso l’Accademia dell’Inquisizione. Fa parte del 35° plotone, il peggiore della scuola non tanto perché sono pessimi, ma per una serie di sfortune, errori e assenza di lavoro di squadra. Così si segue questa bella squadra nelle avventure per avere successo a scuola. Non è male, un po’ sotto Rakudai Kishi ma mi è piaciuto.

teekyuTeekyu
Serie di episodi molto brevi (3-4 minuti). Questa è la stagione 5 o 6 che continua ancora oggi. In teoria segue quattro ragazze del club di tennis di un collegio, ma in realtà non se ne parla quasi mai, essendo sempre nell’assurdo. Mi ha fatto ridere, ma a mio parere non è per tutti.

ushio-toraUshio to Tora
Ambientato nell’attuale Giappone, segue Ushio, studente dalla forza fisica superiore al normale (senza essere disumano) ma che preferisce partecipare al club di pittura (in cui è anche dotato) anziché aderire a un club sportivo che spera di reclutarlo. Ushio vive in un tempio con il padre, il monaco responsabile del tempio. Un giorno, mentre il padre è lontano, Ushio compiendo lavori domestici scopre il seminterrato e all’interno un mostro impalato sul muro da una lancia. Di fronte al mostro aggressivo, Ushio si limita a spingere la lancia e richiudere l’accesso al seminterrato, ma nel frattempo altri mostri, attratti dalla energia del mostro prigioniero, attaccano il tempio e gli amici di Ushio. Non ci sono altre alternative per salvarli e Ushio strappa la lancia. Così Ushio si ritrova con il mostro addosso avendo quest’ultimo promesso di divorarlo. Ushio nomina il mostro “Tora”, perché sembra una tigre e avrà molte avventure. E’ shonen ma, per me, è molto buono. Il duo Ushio/Tora funziona molto bene, mescolando azione e commedia in modo ben bilanciato, lo stile grafico è originale. Mi è piaciuto molto. Si noti che una nuova stagione inizierà.

utawarerumono-itsuwari-kamenUtawarerumono: Itsuwari no Kamen
Ambientato in un mondo fantasy eroico, segue un uomo che si sveglia da solo in montagna senza memoria. Una donna (una sorta di avventuriera) lo scopre e avendone pietà decide di diventare sua tutrice. Seguono varie avventure più o meno emozionanti. Non è male, mi piace lo stile grafico e l’animazione, i personaggi… ma il grosso problema è che ci vogliono circa 12-14 episodi per vedere veramente qualcosa e avere una vera trama. Da quel punto si accelera molto perché dà un duro colpo con la verità su questo uomo e gli eventi s’aggrovigliano un po’.

valkyrie-drive-mermaidValkyrie Drive: Mermaid
Oh, è uno… mmhhh… beh … se avessimo una parola per descriverlo sarebbe “hot”. Hentai borderline comunque. L’idea base è un virus che colpisce solo le donne dando dei poteri speciali. Per far apparire questi poteri, devono associarsi e una delle due diventa la “liberatrice” e l’altra l'”Ext”. Le Exter si trasformano (letteralmente) in armi e le liberatrici possono maneggiarle. Ovviamente, la popolazione è piuttosto spaventata da queste ragazze e decide di bandirle su un’isola. Ebbene, finora non vi è nulla di originale, coppie, poteri, ostracismo, … tutto ciò che cambio è che la trasformazione in arma viene innescata dall’eccitazione sessuale. Così, si può immaginare cosa fanno queste ragazze tra loro. In sostanza, è un WTF e va guardato con questo spirito.

world-triggerWorld Trigger
Ambientato nel nostro mondo, quando dei portali misteriosi si aprono in una città giapponese e dei robot ne escono attaccando la città. L’esercito arriva ma non è in grado di distruggerli. Allora appaiono degli esseri umani con armi simili a quelle macchine e le cacciano. Le macchine saranno chiamate “Neighbors”. Gli individui che hanno salvato la città creano l’organizzazione “Border”, per proteggere la città giapponese (perché altre porte si formano ad intervalli regolari). Si segue Osamu, studente e agente Classe C del Border (vale a dire, ancora cadetto), la cui vita cambia quando incontra uno studente appena trasferitosi, Yuma. Mi piace molto, soprattutto per i personaggi, perché l’eroe shonen è molto lontano dall’archetipo classico come Goku o Ichigo, è già scarso (all’inizio della storia era probabilmente l’agente del Border più debole), e anche se compensa con una certa intelligenza, non ne è un genio come Lelouch di Code Geass. Poi, essendo consapevole della sua debolezza, non è di animo molto coraggioso. Questo è il motivo per cui si costringe a giocare sempre al cavaliere bianco per evitare il giorno in cui si trovi nella situazione in cui debba affrontarlo senza fuggire come al solito. L’anime è lento all’inizio (ci vogliono dieci episodi prima che accada qualcosa), ma dopo gli eventi si susseguono con ritmo.

yuru-yuri-san-haiYuru Yuri San Hai!
Terza stagione di Yuru Yuri. Si seguono sempre le quattro ragazze del college e i loro amici/famigliari nella vita quotidiana. E’ un commedia leggera, ma che può finire in delirio (ma non al livello di Teekyu comunque). Mi piace, diverso dai mecha/guerrieri/maghi/… che salvano la terra.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s