Isao Takahata dello studio Ghibli rifiuta di entrare nell’Academy degli Oscar

Federico Salvan Manga Forever 1 febbraio 2016takahata-isao-homeIl grande regista (Pom Poko, La storia della Principessa Splendente) ha declinato l’invito a far parte dell’organizzazione responsabile dei più prestigiosi premi cinematografici del mondo. Il corteggiamento da parte della statunitense Academy of Motion Picture Arts and Sciences dei soci fondatori dello studio Ghibli continua a non portare frutti: come Hayao Miyazaki prima di lui (e per ben tre volte), anche Isao Takahata ha infatti rifiutato di entrare a far parte della rinomata istituzione che ogni anno organizza e gestisce gli Oscar, decidendo le candidature e assegnando i premi. Takahata era stato invitato a diventare membro dell’Academy a giugno 2015, dopo che il suo La storia della Principessa Splendente venne candidato al premio Oscar per il miglior film animato (che però andò a Big Hero 6). La proposta è però stata respinta dal 71enne regista di Heidi e Only Yesterday che ha spiegato di essere “Troppo impegnato con il lavoro” (se “il lavoro” fosse un nuovo anime all’Academy dovrebbero mettersi l’anima in pace: la lavorazione de La Principessa Splendente ha richiesto più di 10 anni). Evidentemente l’Academy, che sta cercando di rinnovare la composizione dei suoi membri (in larga maggioranza maschi bianchi sopra i 50 anni) dopo essere finita al centro di numerose polemiche per i due anni consecutivi di nomination eccessivamente caucasiche, dovrà cercare altrove dei prestigiosi nomi dell’animazione nipponica.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s