Recensione: Mahouka no Koukou Rettousei

Animeorama ottobre 2014largeServe un Gesù e l’avete, ed è anche il suo cugino violento. Si chiama Tatsuya Shiba, uno dei cyborg mutanti di Mahouka Koukou no Rettousei. Anticipo un po’ le cose, quindi devo cominciare da capo, Onii-san!
Da subito l’anime si dispiega sul rapporto più che tra fratelli dei protagonosti e sulla struttura della scuola. La scuola spunta da un sogno erotico di Hitler, basata sulla gerarchia tra forti e deboli. Il forte ha emblemi speciali che ne indicano la superiorità, ma anche lezioni extra e un consiglio d’istituto costituito esclusivamente da tali studenti superiori (blooms, fiori). Finché arriva Tatsuya, che pur essendo un “weed” (erbaccia, studente debole) vi entra. Ma è del tutto evidente che non è debole, ma piuttosto deciso ad andarci piano con il test. Certo ha la sorella, una bloom, che garantisce per lui. Alla fine l’erbaccia ne ha abbastanza e decide di discutere la questione. L’anime non mostra mai l’argomentazione dei weed, ma solo la difesa più orrida dei bloom. Dico orribile, perché nulla viene discusso e solo stronzate vengono dette per placare gli studenti. Eppure in qualche modo tutti gli studenti si alzano e applaudono tale orribile difesa del sistema fascista. Per fortuna ci sono alcuni studenti contrariati che iniziano la rivoluzione. Ma questa viene domata rapidamente da Tatsuya e camerati, invece che dalle autorità competenti. E tutti gli studenti coinvolti, improvvisamente vedono la “luce” del fascismo.
La parte successivo appare dal nulla, dato che all’improvviso si partecipa a una gara di magia dove Tatsuya con una sola mano batte tutte le altre scuole, anche senza partecipare al concorso. Apprendiamo subito che è una sorta di cyborg sperimentale dei militari, privo di emozioni tranne che per la sorella. Non so come sia possibile perdere tutte le emozioni tranne che per una persona, ma così è l’anime, arrivando all’incesto.
Nella parte finale, ancora una volta, Tatsuya è intoccabile, potendo partecipare a un concorso di norma vietato agli studenti del primo anno (o quello che è, a questo punto). E ancora una volta ciò spunta dal nulla, ma vabbè. Apprendiamo durante il concorso che c’è una banda che fornisce diavolerie illegali al nemico del Giappone. Ora, in questa gara apparentemente riguarda una tesi di alto livello, che naturalmente vede Tatsuya coinvolto senza sforzarsi minimamente per la tesi, qualcosa che combina magia e fusione nucleare. Ora posso dirvi che quando iniziano la presentazione della tesi, semplicemente sparano paroloni scientifici per sembrare intelligenti. Per fortuna evitiamo altre stronzate quando un Paese dell’Estremo Oriente decide d’invadere il Giappone. Ma non temete il Giappone, con il violento Gesù (Tatsuya) sarà all’altezza della situazione e distruggerà tale feccia vivente. Avendo il potere di far rivivere, tornano indietro nel tempo, oblitera tutto anche se non lo vede, per esempio via satellite, negativamente… ben oltre al fatto che non ha emozioni oltre l’incesto. Oh, ho detto che il suo potere viene rilasciato quando la sorella lo bacia?
C’è almeno una cosa che fa imbestialire qualsiasi spettatore sano, che per tutto l’anime non si sente mai un onii-san, in parte perché la sorella non compare molto. Quindi vi annoiate a morte per l’orrida trama, personaggi terribili (Tatsuya essendo OP), e la fluenza da burro di arachidi. Ora questo anime, inoltre, non si decide neanche cosa è, quello di un detective guerrafondaio o uno scolastico. Inoltre non sopporto i grevi toni nazionalistici dell’anime, ma nessuno lo critica per ciò. Come mai si critica Il vento si alza di Hayao Miyazaki per essere anti-giapponese, perché critica la militarizzazione del Giappone prima e durante la seconda guerra mondiale, ma nessuno critica tale anime nazionalista? Mi disgusta che nessuno discuta la gravità di tale anime, su una scuola basata sulla forza e con un consiglio scolastico che opprime le erbacce (i weed).

First_High_Emblem

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s